Come aprire un’agenzia funebre: la guida completa

Aprire un agenzia funebre

Aprire un’agenzia funebre è investimento sicuro se si sta pensando di aprire un’attività. Il settore delle agenzie di onoranze funebri è uno dei pochi settori italiani che non ha risentito della crisi economica. Questo perché si tratta di un servizio primario ed essenziale. I servizi funebri valgono circa 1,8 miliardi di euro nel mercato italiano.

Per affrontare questa nuova attività con professionalità, è necessario però considerare le due facce della medaglia. Se da una parte offre alti guadagni e stabilità economica, dall’altra bisogna considerare l’alta competitività e il coinvolgimento emotivo e la dedizione alla professione richiesti. Se sei motivato nell’aprire un’agenzia funebre, leggi questa guida e troverai tutte le risposte che cerchi, anche per promuovere l’attività.

Come aprire un’agenzia funebre: requisiti e autorizzazioni

Aprire un’agenzia funebre richiede oltre l’adempimento di precisi passaggi burocratici come l’apertura di altre attività commerciali, anche alcuni requisiti morali che approfondiremo tra poco.

Requisiti burocratici

Partiamo quindi con la parte burocratica, per aprire un’agenzia di onoranze funebri dovrai rivolgerti al comune presso cui intendi aprire la tua attività in quanto le regolamentazioni a riguardo variano considerevolmente. Per esempio, da regione a regione, ma talvolta anche tra province si possono trovare diverse regole riguardo al trasporto e conservazione della salma e ai requisiti delle sale di veglia. Per partire, accertarti di adempire i passaggi per aprire un’attività al pubblico, quindi:

  • Aprire la partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate
  • Registrare l’attività presso la Camera di Commercio nella provincia di Competenza; 
  • Iscriverti e iscrivere i tuoi collaboratori all’INAIL e INPS; 
  • Richiedere la SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività), presso lo sportello SUAP.

Requisiti morali

Data la delicatezza della professione, per aprire un’agenzia di pompe funebri dovrai dimostrare di possedere requisiti morali come quelli previsti dalla normativa antimafia e non avere precedenti penali. Inoltre, si tratta di un’attività che richiede una precisa organizzazione interna in:

  • Un direttore tecnico che è designato responsabile dell’attività di pompe funebri;
  • Un gruppo di almeno quattro necrofori (operatori funebri).

Sia il direttore dell’agenzia funebre che i suoi collaboratori sono obbligati alla frequenza di un corso iniziale.

Agenzia funebre: requisiti

Cosa serve per aprire un’agenzia funebre?

Per aprire un’agenzia funebre dovrai assicurarti di trovare un locale idoneo, affidarti a fornitori affidabili e promuovere la tua attività.

  • Locale: il locale per un’agenzia funebre deve essere ampio per poter permettere di offrire un servizio completo. Dovrai avere un magazzino adatto a contenere i mezzi necessari, come per esempio i carri funebri, una sala di attesa per i clienti con un’esposizione per mostrare diversi corredi funebri e infine, se lo ritieni utile, un piccolo ufficio in cui tenere al contabilità. Inoltre, il locale deve avere una destinazione d’uso compatibile con quella prevista dal piano urbanistico comunale, rispettando quindi le norme specifiche per questa attività.
  • Formazione e professionalità: sia il direttore che i necrofori dovranno essere formati per offrire un servizio adatto al momento. Si tratta infatti di una fase del ciclo della vita molto delicata per le persone, è importante quindi avere un codice di condotta che guidi nell’approccio al cliente e nella vicinanza ad esso.
  • Fornitori: è sempre fondamentale offrire un servizio professionale e di qualità, ma in questo caso ancor di più poiché i tuoi clienti stanno attraversando un momento particolarmente sensibile. Cerca quindi di avere una gamma di prodotti che possa accontentare la tua clientela offrendo un range di prezzo dall’economico al costoso e accontentando diverse esigenze. Per questo dovrai affidarti a fornitori esperti. Cerca inoltre di stabilire collaborazioni come, per esempio, con negozi di fiori per avere un pacchetto completo. Scopri qui come aprire un negozio di fiori.
  • Promozione: la competitività nel mercato delle pompe funebri è altissima, è quindi necessario che tu promuova la tua nuova attività. Potrai affidarti alla pubblicità tradizionale, mettendo per esempio cartelloni pubblicitari nella tua città oppure creare un sito web come quello offerto da SimpleSite.
Infografica su 'Cosa serve per aprire un'agenzia funebre'

Quanto costa aprire un’agenzia funebre?

Aprire un’agenzia di pompe funebri costa tra i 50.000 e i 70.000 euro.

Si tratta di un investimento iniziale elevato poiché per massimizzare il profitto ti conviene offrire i servizi funebri necessari in toto, e questi hanno un costo considerevole. Analizziamoli insieme i costi:

  • Avvio attività: tutte le procedure di cui abbiamo parlato prima, come l’apertura di una partita IVA, hanno un costo, non sottovalutarlo. Valuta, inoltre, la possibilità di rivolgerti ad un commercialista per avere l’aiuto di un esperto. Questa spesa sarà di circa 5.000 euro.
  • Locale: che sia un affitto o un mutuo, il tuo nuovo locale avrà un canone mensile elevato considerate le dimensioni, comprese le utenze considera di spendere una cifra compresa tra 4.000/7.000 euro al mese.
  • Personale e formazione: nella tua agenzia funebre dovrai avere almeno 4 necrofori, di cui dovrai quindi contare le spese mensili e di formazione, la spesa si aggirerà circa attorno a 8.000 euro al mese.
  • Promozione: valuta di investire circa 2.000 euro nella promozione della tua attività. Scopri nel dettaglio come promuovere la tua attività online, sarà un gioco da ragazzi!
  • Acquisto mezzi e prodotti: questa spesa sarà la più impegnativa almeno inizialmente, metti in preventivo di spendere circa 30.000/40.000 euro nel primo periodo.

Per affrontare un investimento del genere è necessario avere un business plan solido che consideri anche futuri investimenti. In questo modo inoltre potrai chiedere un finanziamento presso la tua banca di fiducia dimostrando di avere il controllo delle uscite ed entrare della tua futura agenzia funebre.

Quanto costa aprire un'agenzia funebre

Aprire un’agenzia pompe funebri in franchising

Aprendo un’agenzia pompe funebri in franchising ti sarà possibile abbattere di molto il capitale da investire inizialmente e ti potrai affidare ad un’azienda già esperta del settore.

Un’agenzia funebre in franchising gode di alcuni vantaggi offerti dall’azienda affiliata, la quale si occupa infatti di:

  • Formazione del personale,
  • Gestione delle pratiche burocratiche,
  • Piani di pubblicità e marketing del negozio,
  • Business plan personalizzati sul nuovo locale.

Quanto si guadagna con le pompe funebri?

Il guadagno del proprietario dell’attività può essere molto elevato ed oscillare tra i 3.000/5.000 euro al mese. In questo guadagno va contata però una componente di rischio, in quanto responsabile legale ed economico dell’attività e una possibilità di reinvestimento nell’azienda stessa del profitto.

Per quanto riguarda invece lo stipendio del necroforo, con possibili variazioni legate all’esperienza lavorativa, si aggira tra i 1.100/1.700 euro a mese.

La parola agli esperti

Abbiamo avuto l’opportunità di intervistare Taffo Funeral Services, una storica agenzia funebre italiana che da anni offre la possibilità di affiliarsi alla loro azienda per aprire un’agenzia di pompe funebri in franchising, contando su una gestione del marketing basata su innovazione e successo comunicativo. Ecco cos’abbiamo chiesto a Luciano, uno dei fondatori:

Qual è il segreto per aprire un’agenzia funebre di successo?

La prima cosa è mostrarsi diversi dalla solita routine. Differenziarsi dagli altri. Trasmettere serenità nell’amare il lavoro e riportarlo nelle persone. Non è solo un lavoro meccanico ma attenzione, cordialità e avvicinamento alle famiglie che affrontano una situazione di lutto. Piccole cose che fanno la differenza.

Taffo Funeral Services