Come aprire una paninoteca di successo

Aprire una paninoteca di successo

Che sia gourmet o essenziale, che sia vegano o con affettati locali, il panino rientra nelle soluzioni migliori nella pausa pranzo degli italiani. Se stai pensando di aprire una paninoteca, sei arrivato nel posto giusto! Qui troverai tutti i consigli necessari per aprire una paninoteca di successo: i requisiti, i costi, come promuoverla e molto altro ancora.

Cosa serve per aprire una paninoteca

Aprire una paninoteca è molto più facile di molte altre attività. Ti serviranno infatti:

  • Target studiato: potrai avere una paninoteca di successo solo se capirai a quale clientela farai riferimento, per studiare delle offerte adeguate. I tuoi clienti sono studenti che puntano piĂą alla quantitĂ  che alla qualitĂ ? Oppure sono persone alla ricerca di panini raffinati e delicati? Ti conviene rimanere aperto durante la notte poichĂ© ti trovi vicino ad un locale notturno? O nella tua cittĂ  sta aumentando la richiesta di cibo vegano e quindi è vantaggioso investire in questa direzione? Qualsiasi sia la risposta è necessario studiare la tua clientela ed offrire offerte e soluzioni ad hoc.
  • Location adatta: scegli una strada di passaggio molto frequentata. Potresti posizionarti vicino ad uffici, per offrire un’alternativa durante la pausa pranzo, oppure in una via del centro, per avere come clientela turisti ed approfittare della centralitĂ  del negozio.
  • Locale e attrezzature: se non sai come arredare una paninoteca, segui questi passaggi. Assicurati di avere un locale con un arredamento moderno ed accattivante, che invogli i clienti a fermarsi per concedersi un panino. Inoltre, la cucina di una paninoteca è veramente essenziale: procurati un frigo, una piastra e un bancone e questi saranno gli unici elementi necessari per creare dei panini gustosi.

Se la tua passione è il pane in tutte le sue forme, scopri come aprire un panificio in questo articolo! 

Aprire una paninoteca

Requisiti per aprire una paninoteca

Per aprire una paninoteca è necessario essere in possesso dei requisiti relativi alla ristorazione, riguardanti la preparazione e la manipolazione di alimenti. Per questo motivo dovrai avere almeno uno tra:

  • Esperienza nel settore della ristorazione (minimo due anni negli ultimi cinque anni);
  • Titolo di studio idoneo come, per esempio, il diploma di scuola alberghiera;
  • Diploma del corso SAB (somministrazione alimenti e bevande).

Successivamente, sia tu che i tuoi collaboratori dovrete conseguire con successo il corso HACCP, che sostituisce il vecchio libretto sanitario.

Una volta in regola con i diplomi e i requisiti sanitari, passiamo alla parte prettamente burocratica, eccoti i passaggi imprescindibili per aprire la tua paninoteca:

  • Apertura della partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate, con codice ATECO di riferimento 56.10.11 “Ristorazione con somministrazione”;
  • Iscrivere la panineria presso il Registro delle Imprese nella Camera di Commercio della provincia di competenza;
  • Registrare la tua posizione e quella dei tuoi collaboratori all’Inps e all’Inail;
  • Presentare al Comune la Scia (Segnalazione Certificata di Inizio AttivitĂ ), che sostituisce la vecchia Comunicazione di Avvio AttivitĂ ;
  • Comunicazione all’Agenzia delle Dogane e richiesta della licenza per la vendita e la somministrazione di alcolici, solo nel caso decidessi offrirli nella tua paninoteca.

Inoltre, non dimenticarti di contattare l’ufficio per il decoro urbano del comune di competenza per avere l’autorizzazione per l’esposizione dell’insegna della tua paninoteca. Se vorrai mettere musica all’interno del tuo locale, ricordati di pagare il permesso SIAE.

Infine, dovrai superare l’ispezione dell’ASL, che controllerà che tutto sia a norma. In particolare, controlleranno due aspetti: la presenza di cappe aspiranti, poiché ti servirà una piastra in cucina, e il rispetto delle norme nel caso tu abbia un locale per far accomodare i tuoi clienti.

Per avere successo è necessario avere un business plan che ti permetta di monitorare le entrate e le uscite e correggere possibili errori di gestione, non farti trovare impreparato!

Quali sono i costi per aprire una paninoteca?

Aprire una paninoteca non richiede un investimento particolarmente oneroso, dopo la grande spesa iniziale è infatti possibile recuperare tale investimento nel corso del primo anno di attività. Qui potrai trovare una panoramica dettagliata dei costi necessari per aprire una paninoteca, ricorda però che questi possono variare considerevolmente rispetto a vari aspetti, come per esempio la posizione e la dimensione del tuo locale.

Costi per aprire una paninoteca

Per una paninoteca in una zona centrale, con qualche posto a sedere in un locale di medie dimensioni, saranno necessari:

  • 15.000 € per il locale, impianti, utenze, affitto o mutuo, arredamento, attrezzatura per la cucina e insegna;
  • 3.000 € per i software di gestione, come POS per il bancomat, Wi-Fi e altro;
  • 5.000 € per il primo rifornimento di ingredienti e materie prime necessarie per i tuoi panini;
  • 1.000 € per la campagna di marketing per pubblicizzare la tua paninoteca, come volantinaggio, profili social ma soprattutto apertura di un sito web come quello di SimpleSite;
  • 1.000 € per tutti gli adempimenti burocratici sopraelencati.

L’investimento totale iniziale sarà quindi di circa 25.000 €.

Ricordati che affichè questo investimento abbia dei risultati positivi nel lungo periodo, devi promuovere la tua paninoteca. Se a causa delle restrizioni covid non sai come fare, non potendoti affidare ai metodi di promozione tradizionali, scopri qui come promuovere la tua attività online!

Aprire una paninoteca in franchising

Aprire una paninoteca in franchising, affiliandosi quindi ad un marchio già esistente, è una scelta molto popolare e che sta avendo grande successo. Il mondo del fast food, dei panini gourmet e della ristorazione da asporto è costellato di marchi molto famosi che cercano di espandersi e aprire punti vendita in ogni città, offrendo un pacchetto completo all’imprenditore che vuole aprire una nuova attività.

I vantaggi di aprire una paninoteca in franchising sono diversi:

  • L’investimento iniziale è molto ridotto rispetto ad altre paninerie, si tratta di circa 10.000/15.000 euro;
  • La ditta di riferimento ti fornirĂ  tutto il necessario per avviare la tua paninoteca, dall’arredamento del locale, all’attrezzatura della cucina;
  • Assistenza nel corso del tempo, nel lancio di un menĂą speciale, nella pubblicitĂ  del locale e altro ancora, per garantire il successo della paninoteca.

Come aprire una paninoteca ambulante

Aprire una paninoteca ambulante ha molti vantaggi che ti permetteranno di affermarti nel mercato nel giro di poco tempo. Una paninoteca ambulante, infatti, necessita di un investimento iniziale molto ridotto rispetto ad una normale paninoteca, in quanto non sarà necessario pagare affitto e utenze ma solo dotarsi di un furgoncino. Inoltre, il punto di forza di una paninoteca ambulante è quello di potersi spostare in base alla presenza di domanda: di fronte ad una scuola durante i mesi scolastici, nelle vie dello shopping o in luoghi turistici durante l’estate.

Per aprire una paninoteca ambulante ti servirà una licenza ad hoc, che può essere di due topologie. Se vorrai rimanere in un posto fisso per 10 anni, dovrai richiedere la licenza di tipo A, se invece preferisci spostarti nel territorio nazionale, coprendo i posteggi vuoti, dovrai richiedere al tuo comune di residenza la licenzia di tipo B.

Paninoteca ambulante

Come aprire una paninoteca da asporto

Aprire una paninoteca da asporto ti permetterĂ  di avere un’attivitĂ  vincente e adatta al mercato. In seguito a tutte le restrizioni legate al COVID-19, sempre piĂą persone preferiscono mangiare all’aperto o presso la propria abitazione invece di luoghi affollati e chiusi. Per questo motivo, con una paninoteca da asporto potrai offrire un servizio molto richiesto, diminuendo anche i costi necessari per la tua attivitĂ  in quanto non dovrai preoccuparti di una sala in cui far accomodare i clienti. Inoltre, potresti pensare di inserire la tua paninoteca da asporto in app di delivery che ti permettano di raggiungere un pubblico piĂą ampio e lontano.

Aprire una paninoteca: conviene?

Sì, aprire una paninoteca conviene, in quanto si è dimostrata un’idea di successo negli ultimi anni. In particolare, si sono dimostrate vincenti tutte quelle attività che possono offrire un servizio da asporto o consegna a domicilio, e le paninoteche rientrano sicuramente in queste categorie. Le paninoteche sono molto in voga per vari motivi, sono infatti:

  • Veloci: nel giro di 5 minuti il cliente può avere un panino e una bibita in modo tale da non sprecare la propria pausa pranzo in fila;
  • Economiche: con meno di 10€ è possibile avere un panino di ottima qualitĂ ;
  • Flessibili: a differenza di molti ristoranti le paninoteche possono offrire soluzioni piĂą particolari per celiaci, vegani, vegetariani senza grandi variazioni di attesa e prezzo.

Con il giusto business plan, uno studio del mercato per definire la tua clientela target e la posizione giusta, non potrai fallire!