Aprire un laboratorio artigianale: come e dove

Fotografia di mani che modellano un vaso di argilla

Riuscire a trasformare la propria passione in una professione è il sogno di tantissime persone. Se anche tu hai sempre voluto aprire il tuo laboratorio artigianale per dimostrare che non è solo un semplice hobby, ecco la guida che fa per te. In questo articolo potrai trovare gli step necessari per creare il tuo laboratorio artigianale e perchè e come promuovere la tua attività. Che tu voglia aprire un laboratorio artigianale di saponi o un laboratorio artigianale artistico, non ti scoraggiare, leggendo questa guida potrai realizzare il tuo sogno. Iniziamo!

Aprire un laboratorio artigianale: business plan e finanziamenti

Il primo passo per aprire una bottega artigiana è creare un business plan. Questa attività, a differenza di molte alte, necessita uno studio di fattibilità dell’impresa artigiana e la redazione del business plan aziendale. È importante che, partendo dallo studio del tuo prodotto, venga esaminato il tuo mercato di riferimento, calcolati gli investimenti necessari e fissato un prezzo di vendita.

La tua azienda artigiana ha il suo punto di forza nella tua persona, e da questo derivano grandi responsabilità.

Per questo dovrai seguire questi tre passaggi fondamentali per redigere il piano economico del tuo laboratorio artigianale:

  • Fattibilità dell’impresa artigiana: studia il tuo mercato, i tuoi punti di forza e la concorrenza. 
  • Studio degli investimenti: ogni spesa per il tuo studio artigianale, deve essere ben calcolato. Non lasciare nulla al caso.
  • Piano di sviluppo: scopri cosa serve per il tuo laboratorio artigiano valutando di quali spazi hai bisogno, quali investimenti questi richiederanno, e se necessiti un personale qualificato.
Infografica di Business plan per aprire un laboratorio artigianale

Per affrontare questi passaggi iniziali puoi farti seguire da un professionista: avere il consiglio e parere di un commercialista esperto può farti evitare diversi inconvenienti.

Se dopo aver progettato il tuo laboratorio artigianale necessiti di fondi perché non disponi del capitale necessario per realizzarlo, non disperare. Ci sono infatti vari modi per chiedere i finanziamenti che stai cercando. Potresti chiedere alla tua banca di fiducia, dopo averle presentato il tuo progetto iniziale, ottenendo un prestito. Oppure, potresti avere diritto a qualche agevolazione regionale in quanto parte di categorie specifiche come giovani o disoccupati, ottenendo dei fondi per intraprendere il tuo nuovo percorso imprenditoriale. Infine, ci sono svariate opzioni per agevolare l’imprenditoria femminile, se sei una donna con tante idee, non farti scappare questa occasione!

I requisiti per aprire una bottega artigiana

I requisiti per aprire un laboratorio artigiano, che sia un laboratorio di falegnameria o un laboratorio artigianale di marmellate, sono uguali a quelli necessari all’apertura di qualsiasi attività commerciale. Dovrai infatti:

  1. Aprire la partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate;
  2. Iscrivere l’attività presso il Registro delle Imprese della Camera di Commercio nella provincia di Competenza;
  3. Registrarti e registrare i tuoi collaboratori all’INAIL e INPS;
  4. Richiedere la SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività), presso lo sportello SUAP del Comune dove ha sede il tuo negozio.

In particolare, dovrai registrarti all’Albo delle Imprese Artigiane.

Fotografia di attrezzi usati all'interno di una bottega artigiana

Aprire un laboratorio artigianale: dove?

La scelta del locale per il tuo laboratorio artigianale dipenderà esclusivamente della finalità della tua bottega. Se vorrai aprire un laboratorio di falegnameria necessiterai di ampi spazi per poter maneggiare con comodità il tuo materiale. Se invece deciderai di aprire un piccolo laboratorio artigianale di pasticceria dovrai accertarti di avere gli spazi adatti per forni e cucina. In ogni caso, la scelta del locale per aprire il tuo laboratorio creativo dovrà tenere conto di:

  • Concorrenza: non aprire il tuo laboratorio artigianale artistico in prossimità della concorrenza. È importante che si crei un giro di clienti attorno alla tua attività e che tu offra un servizio nuovo per la tua zona.
  • Estetica: l’immagine che i tuoi clienti si faranno entrando nel tuo laboratorio artigianale è fondamentale. Assicurati di creare un ambiente pulito e luminoso, in cui la bellezza dei tuoi oggetti fatti a mano acquisisca ancora più valore.

Se il locale te lo permette, ritaglia una stanza o una piccola entrata dedicata ai tuoi clienti. In questo modo, creando una piccola sala d’attesa potrai mettere in mostra le tue creazioni, attirando la loro curiosità e attenzione.

Aprire un laboratorio artigianale in casa

Se la tua attività non necessita di spazi smisurati, o se non possiedi un grande capitale iniziale da investire, puoi aprire il tuo laboratorio artigianale in casa! Tanti artigiani scelgono questa strada poiché ti permette di dedicare una o due stanze della tua abitazione alla tua impresa artigiana. In questo modo abbatterai i costi necessari per l’affitto o il mutuo di un altro locale e potrai godere della comodità di lavorare a casa tua.

Per aprire un laboratorio artigianale in casa è necessario che tu capisca come trovare clienti online e farli visitare il tuo laboratorio!

Lavorare da casa richiede tuttavia alcune attenzioni. Innanzitutto, dovrai organizzare il tuo tempo in un modo efficace e produttivo: è facile, infatti, che si confondi il tempo libero con l’orario lavorativo. Stabilisci i tuoi orari e definisci una routine, sarà più facile rispettare i tuoi impegni seguendo una scaletta ben precisa.

Avere un laboratorio artigianale in casa offre svariate comodità, non dimenticare però di offrire un ambiente confortevole e pulito durante le visite dei tuoi clienti, è importante che tu possa comunicare la tua professionalità anche in questo caso.

Se il tuo sogno è aprire la tua attività presso la tua abitazione, scopri anche come aprire il tuo studio fotografico.

Artigiano al lvoro nel laboratorio artigianale

Come promuovere la tua bottega artigiana

Che tu apra il tuo laboratorio artigianale in casa o in un locale nella zona industriale della tua città, la cosa di non potrai fare a meno è la promozione. Il mercato è pieno di piccole attività che potranno farti concorrenza: devi infatti individuare la tua clientela, perfezionare il tuo prodotto e capire qual è il modo migliore per comunicare con il tuo pubblico. Le strategie che puoi seguire vanno personalizzate in base alla tipologia di laboratorio, ma ecco quelle con maggiore successo:

  • Mercatini di artigianato: questi eventi sono imprescindibili per la tua attività! Ci sono mercatini in ogni città. Cambiano le date, le dimensioni e le particolarità ma sono una vetrina importantissima per pubblicizzare il tuo laboratorio artigianale e le tue creazioni. Inoltre, in questi eventi potrai conoscere altri artigiani e creare delle collaborazioni fruttuose con loro.
  • Pubblicità tradizionale: se punti a sviluppare il tuo mercato nelle zone limitrofe al tuo laboratorio artigianale, investi nella pubblicità tradizionale! Con la distribuzione di volantini, poster pubblicitari e annunci nei luoghi più frequentati della città, potrai raggiungere migliaia e migliaia di persone.
  • Passaparola: ricordati che se il cliente sarà soddisfatto, ne parlerà all’amico e inizierà il famoso passaparola. Non ci sono regole per questa strategia, l’unico trucco è ricordarsi sempre che la felicità del cliente farà la felicità del tuo laboratorio artigianale.
  • Pagine social e sito web: investire nel digitale non ti deluderà. Apri profili social per il tuo laboratorio artigianale per poter mostrare a tutti i tuoi follower le tue ultime creazioni, e magari annunciare il prossimo mercatino di artigianato dove sarai presente! Infine, non dimenticarti della cosa più importante: aprire un sito web. Con la creazione di un sito web semplice e veloce come quello offerto da SimpleSite, potrai farti conoscere da nuovi clienti e ampliare così il tuo mercato.

Parola agli esperti

Abbiamo fatto qualche domanda ad Alessia Zema di ControProgetto, un laboratorio artigianale con sede a Milano, per capire quali fossero i consigli più giusti da darvi e in che modo promuovere il vostro studio artigianale.

Non esiste un vero e proprio segreto per trasformare la propria passione in una professione di successo. La passione è la scintilla iniziale, ogni lavoro nel quotidiano si scontra poi con difficoltà e ostacoli. La costanza, l’impegno e l’affidibilità fanno si che un progetto prenda forma e soprattutto cresca nel tempo.

In questo periodo storico abbiamo la fortuna dell’ampia diffusione e fruizione dei social network, una buona comunicazione efficace oggi può avere dei bassi costi. Un buon sito semplice e ben fatto è la base da cui partire. Ma alla fine dei conti la migliore pubblicità resta ancora il passaparola!

— Alessia Zema, ControProgetto